Bioenergetica: l’espressione dell’anima

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Trieste

Sa 24 settembre,  9.30/16.00
Info: 040575648

Il corpo e le sue tensioni i suoi blocchi e le sue impressioni; il corpo e i suoi ritmi automatici; è un sistema articolato e complesso, impastato con la nostra energia, con la nostra mente, con le nostre emozioni. Il peggio che può capitarci è dimenticare noi stessi e sostituire l’unità che ognuno di noi ha con visioni frammentate ed illusorie.

La bioenergetica di Alexander Lowen e, in seguito, le sue elaborazioni, procedono facendo prendere coscienza dell’insieme corpo/coscienza partendo dal corpo e dalle sensazioni, in modo da generare un processo continuo di integrazione: questo porta a sblocchi e a far fluire la nostra energia in ogni parte del corpo.

In questo particolare seminario, condotto da Sauro Tronconi, allievo di Lowen, si lavorerà in maniera da unire corpo e coscienza, per ritrovare quella spiritualità che non può essere avulsa dalla materia e dal nostro essere “mortali”. Le tecniche saranno soprattutto sperimentate con il corpo e la respirazione in modo da mettere in moto dei processi duraturi di fluidificazione delle proprie energie profonde.

La legge delle pause silenziose – Il vero tempo della propria esistenza

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Treviso
Do 25 settembre, 9.30/16.00
Info: 3472620226

La frase ricorrente più detta in occidente nella nostra epoca è “non ho tempo”.

Ansia, agitazione, senso di smarrimento, il sentirsi sempre al limite e sommersi dalla quotidianità.

Ogni tanto, quando arriviamo vicino al punto di rottura, ci fermiamo un attimo, per lo più per lamentarci di come stiamo vivendo e poi, come prigionieri di un incantesimo ci immergiamo di nuovo nella routine temporale quotidiana. Molti passano così tutta la loro esistenza, con l’illusione della vacanza, che invece di darci davvero l’opportunità di cambiare l’automatismo assorbito, lo riproduce in altri luoghi e così, siamo senza aver tempo al mare o in montagna, con l’unico risultato di ottenere ciò che significa davvero la parola vacanza, essere “vacanti”, ma purtroppo solo da se stessi.

Una volta compresa a fondo la necessità di vivere in modo differente la propria esistenza, si possono mettere in atto delle contromisure importanti. Prima di tutto, è fondamentale comprendere che, non sono gli impegni quotidiani il problema, ma come siamo noi in relazione ad essi. Comprendere, come siamo condizionati da una serie di automatismi, esterni ed interni e che per uscire da questa dipendenza temporale sia necessario investire in contromisure solide.

Essere presenti a se stessi

Serata del Metodo Self con Sauro Tronconi

Imola (BO)
Lu 26 settembre, 20.30/22.30
Info: 0542683774

Quando si cominciano ad osservare le conseguenze dello stato di “veglia apparente” nella nostra vita, si comincia a creare il testimone, cresce l’attenzione a se stessi, cresce la capacità di vedersi e di essere presenti a se stessi. Quella divisione interiore, normale nei processi di identificazione automatica viene vista e compresa, così inizia il processo di costruzione di un centro stabile.

La legge delle pause silenziose – Il vero tempo della propria esistenza

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Torino

Sa 1 ottobre, 9.30/16.00
Info: 335312314

La frase ricorrente più detta in occidente nella nostra epoca è “non ho tempo”.

Ansia, agitazione, senso di smarrimento, il sentirsi sempre al limite e sommersi dalla quotidianità.

Ogni tanto, quando arriviamo vicino al punto di rottura, ci fermiamo un attimo, per lo più per lamentarci di come stiamo vivendo e poi, come prigionieri di un incantesimo ci immergiamo di nuovo nella routine temporale quotidiana. Molti passano così tutta la loro esistenza, con l’illusione della vacanza, che invece di darci davvero l’opportunità di cambiare l’automatismo assorbito, lo riproduce in altri luoghi e così, siamo senza aver tempo al mare o in montagna, con l’unico risultato di ottenere ciò che significa davvero la parola vacanza, essere “vacanti”, ma purtroppo solo da se stessi.

Una volta compresa a fondo la necessità di vivere in modo differente la propria esistenza, si possono mettere in atto delle contromisure importanti. Prima di tutto, è fondamentale comprendere che, non sono gli impegni quotidiani il problema, ma come siamo noi in relazione ad essi. Comprendere, come siamo condizionati da una serie di automatismi, esterni ed interni e che per uscire da questa dipendenza temporale sia necessario investire in contromisure solide.

Catarsi: il fuoco che purifica

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Lago di Garda (BS)
Do 2 ottobre, 9.30/16.00
Info: 3474919089

Tutte le tradizioni umane, dalle antiche Scuole di consapevolezza, alle religioni secolarizzate, alla psicoanalisi, se pur in modi e rituali differenti, seguono percorsi di pulizia e scarica.

Questo seminario lavorerà dunque sull’alleggerimento e sul creare situazioni di riflusso e spurgo, in modo da attraversare i vari stati della purificazione catartica dal corpo, nel cristallizzare posture e contrazioni, alla mente, intrappolata in loop ripetitivi che la conducono a ripiegarsi su se stessa, alle emozioni, che diventano trappole di sofferenza e alimentano illusioni, ritrovando in ogni passaggio l’antico simbolo di “Agni” il fuoco purificatore, per poi mantenerlo vivo in noi a continuare la sua opera nella vita quotidiana mantenendoci puliti e leggeri, pronti al cammino.

Incontri con uomini straordinari, Gurdjieff e l’Oriente

Serata del Metodo Self con Sauro Tronconi

Forlì
Me 5 ottobre, 21.00/23.00
Info: 3403945970

Sino a metà del secolo scorso e prima ai tempi in cui Gurdjieff era in vita, era possibile entrare in contatto con relativa facilità con tradizioni che ancora integralmente trasmettevano informazioni di conoscenza. Poi negli ultimi sessanta anni è come se la situazione avesse subito un rapidissimo deterioramento, facendo inabissare il fiume nella sabbia. Ma è solo più nascosto, il fiume continua a scorrere ancora. Per noi, oggi, significa liberare la nostra mente e la nostra coscienza da molti orpelli ideologico religiosi, significa ritrovare l’innocenza delle proprie qualità spirituali e subito quella fonte ci è di nuovo disponibile.

In questa serata coglieremo il viaggio in oriente di Gurdjieff come linea guida per trovare le antiche informazioni che ancor oggi possiamo sfruttare per l’evoluzione interiore dell’Uomo.

L’arte del mutamento improvviso

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Venezia
Sa 8 ottobre, 9.30/16.00
Info: 3297226211

L’antica arte del saggio ciabattino Yusuf che contrariamente a tutte le previsioni riuscì a vivere fino a 120 anni.

Quando era un ragazzino, Yusuf, incontrò un ramingo della setta dei dervisci Malamati.

Yusuf era l’ultimo di sette figli nati in una famiglia molto povera, era il più piccolo non solo per età, ma come capita spesso nelle nidiate numerose era anche il più debole, di salute cagionevole e a dir di tutti non era certo destinato ad arrivare alla pubertà. Una mattina, molto presto, come tutte le mattine Yusuf, andava di buon ora in giro per il mercato della città a cercare qualche avanzo o, se era fortunato, qualche merda di cammello. Quella mattina come al solito Yusuf girovagava per il mercato in cerca di qualcosa, era una mattina molto fredda ed egli era lacero e sporco, tremante e debole, camminava sognando cibo e calore, i suoi occhi cominciavano a spegnersi alla vita…

Egli fu notato da un viandante seduto in un angolo della piazza vicino alla fontana che sgorgava acqua chiara e abbondante di sorgente. Il ramingo era un Maestro che insegnava, attraverso i segni, l’arte oggettiva della presenza. ….egli decise di raccontare a quel ragazzino magro e debole il segreto del Mutamento Improvviso…

Chiamò a se Yusuf e gli disse: “Fanciullo, tu morirai presto, ti rimangono solo nove giorni, se vorrai impiegare questi giorni per la tua salvezza torna qui ogni mattina a quest’ora ed io ti insegnerò”. E così fece… per nove giorni Yusuf tornò a imparare dal Maestro seduto vicino alla fontana nella piazza del mercato. Al decimo giorno il Maestro era scomparso e Yusuf guardando il posto vuoto vicino alla fontana nella piazza del mercato comprese l’ultima lezione dell’antica arte del Mutamento Improvviso. Yusuf non morì anzi contrariamente a tutte le previsioni visse fino a 120 anni, egli diede da mangiare a tutti i suoi fratelli e sorelle ed anche ai figli dei suoi figli… Si narra che dopo 120 anni Yusuf scomparve proprio come il suo antico Maestro e che anche lui sia un ramingo che cerca a chi confidare il segreto del Mutamento Improvviso.

Imparare il ritmo delle stagioni e del tempo della vita non è frutto di erudizione e di sapere impartito, è esperienza diretta di colui che impara vivendo. Imparare il ritmo di tutto ciò che ci circonda e che ci accade è fondamentale per muoversi armonicamente assieme ai mutamenti e alle variabili che costantemente ci influenzano. In antichità era la natura e il silenzio oggi è il movimento del mercato e il suono, in realtà nulla è cambiato nell’apprendimento dell’armonia, l’intelligenza cresce assieme alla capacità di osservare e di far tesoro di ciò che si osserva, non è solo memoria è collegamento, è far funzionare l’insieme.

Quando è il momento è necessario chiudere i passi di montagna e indicare la casa come rifugio, quando arriva l’inverno e il tempo diviene pericoloso è necessario compiere le azioni corrispondenti, così anche nelle azioni quotidiane degli uomini a volte è necessario compiere azioni determinate per impedire conseguenze spiacevoli.

Nell’inevitabile divenire delle cose si può essere solo in una posizione alla volta, la mente spesso desidera essere in più posizioni, desidera tutto contemporaneamente, ma questo non è possibile, ogni cosa necessita della giusta precessione ed armonia, così nell’apprendere dalla vita è necessario a volte fermarsi per osservare e ascoltare, in questa maniera si impara a dominare gran parte del pericolo.

Il sapere che l’esistere umano è soggetto alla caducità non deve togliere la voglia e la gioia di vivere, non serve rammaricarsi se tutto diviene propizio, la vie della vita saranno l’insegnamento e si imparerà a trarne beneficio in ogni caso.

Shintoismo e magia animista – Lo spirito che cura l’uomo

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Cortona (AR)
Do 9 ottobre, 9.30/16.00
Info: 3339851627

Lo Shintoismo, da “shin”, che significa divinità ed anche spirito, entra in relazione con il mondo sacro e spirituale attraverso la materia rappresentata in ogni oggetto o rappresentazione naturale. Per lo Shintoismo, il mondo spirituale è profondamente unito alle manifestazioni del mondo materiale e ci parla.

Un seminario particolare per imparare a comunicare con noi stessi attraverso la magia e lo spirito del mondo e della natura. Si sperimenteranno simboli e pratiche di ascolto, si sfrutterà la forza del gruppo per aprire vie di comunicazione con il trascendente, ritrovando anche gli archetipi fondanti della cultura occidentale e riscoprendo antiche vie di cura e risanamento interiore poiché il mondo dello spirito è in relazione diretta con la nostra matrice più profonda.

Processo di crescita dell’autoconsapevolezza – Il Metodo Self

Serata del Metodo Self con Sauro Tronconi

Imola (BO)
Lu 10 ottobre, 20.30/22.30
Info: 0542683774

Il metodo di crescita dell’autoconsapevolezza si sviluppa partendo dal creare nei partecipanti dei punti di osservazione prima di tutto di se stessi e poi del mondo. Creare le condizioni per essere coscienti di sé non vuol dire analizzare se stessi o giudicare se stessi e nemmeno controllare ciò che riteniamo sia sbagliato, semplicemente si crea un punto di osservazione stabile; di conseguenza, in modo consequenziale e naturale, comincia il cambiamento.

Piccoli segreti di autoconsapevolezza – L’invenzione della coscienza di sé

Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

Milano
Sa 15ottobre, 9.30/16.00
Info: 3403701686

“ Vi sono cose talmente vicine che non riusciamo a vederle”

Ritrovare se stessi e imparare a mitigare le avversità, scegliere per non ripetere. Al fine non servono chissà quali metodi complicati, è l’ascolto di piccoli segreti sussurrati all’orecchio, riguarda ciò che siamo e ciò che abbiamo, sono informazioni tramandate nei millenni, a volte trasformate dalla complicata mente umana; ma a ben vedere, ci parlano di imparare ad usare ciò che abbiamo in abbondanza, ciò che abbiamo in dotazione naturale, la capacità di essere coscienti di noi stessi, la capacità di vedere noi stessi. Una volta scoperte le leve che azionano le nostre potenzialità, si tratta di seguire la direzione che si sprigiona da ciò che ognuno è come individuo.

Scopo del seminario è dare strumenti pratici, ma anche creare la giusta condizione interiore per far emergere ciò che sono le nostre peculiarità di individui.

Serate, seminari e incontri per lo sviluppo delle capacità personali e l’evoluzione interiore