Tutti gli articoli di AdminEspande

I suoni che svegliano la coscienza

Seminario  con Sauro Tronconi
TRIESTE, sabato 23 settembre 2017,
dalle 9.30 alle 16.00

Una antichissima tradizione che risale a culture remote. Una potente via di trasformazione della coscienza.

Esistono mantra e suoni che addormentano o che svegliano, esistono frequenze e ripetizioni che producono particolari stati di coscienza e intervengono a modificare profondamente il nostro organismo, a volte per incrementare difese immunitarie altre per deprimerlo. La cultura orientale ha una tradizione millenaria ed anche una lunghissima sperimentazione. Sarà questo, un seminario di vibrazioni e suoni, di assonanze interiori che diventano espressione modulata dall’apparato fonatorio umano.

Si praticheranno mantra collettivi presi da diverse tradizioni e studieremo i mantra individuali che si adattano come un’impronta digitale al nostro apparato fonatorio.

Ritroveremo i bija del risveglio degli antichi monaci vedici e studieremo suoni ripetitivi ipnotici da utilizzare individualmente per aumentare il proprio stato di veglia e attenzione.

Info: T. 040575648

La magica coscienza del sogno – Sperimentazioni di sogno lucido

Seminario  con Sauro Tronconi

TREVISO
domenica  24 settembre  2017 
9.30/16.0010
Tel. 3472620226

Non sappiamo molto di ciò che davvero accade nello stato chiamato “sogno lucido”, per lo meno non lo sappiamo da un punto di vista scientifico, esattamente come siamo in difficoltà a stabilire cosa sia la coscienza umana.

Ma la storia dell’umanità e profondamente connessa con lo stato sognante, come se in quella condizione si attivassero facoltà e capacità che altrimenti sarebbero assorbite da altro.

La tradizione del sogno rivelatore e profetico, del sogno che indica la via della guarigione si perde nella notte dei tempi.

Dai templi sotterranei di 5.600 anni fa, ai Sumeri sino ai templi di Asclepio ed Apollo, il  sogno poteva dare indicazioni dirette a colui che praticava il rito sacro. Nel sogno si diviene telepatici e chiaroveggenti, si vola in cielo e si ricordano le vite passate…. forse imparare ad ascoltare questa parte della nostra esistenza può essere importante per comprendere noi stessi e quello che ci aspetta.

Le nuove scoperte sul sonno parlano di una fondamentale necessità della nostra mente di entrare in stati differenti di coscienza. Il sonno è ristoratore, ma non solo per il corpo, anche per la mente, per l’intelletto e per la memoria. L’insonnia provoca allucinazioni e stati deliranti, da millenni si è usato il sonno e lo stato intermedio, chiamato dormiveglia, per esplorare se stessi e la realtà che ci circonda.  Non a caso, sia nelle tradizioni egiziane, sia in quelle greco-etrusche e romane si è praticata l’ “incubazione”, cioè la pratica di guarigione attraverso il sonno e il sogno, provocando, con speciali tecniche visioni e percezioni, per dialogare con quella parte di noi che Groddeck chiama “es”.

L’Es è una sorta di inconscio automatico che genera cambiamenti fisiologici e comportamentali senza che se ne abbia piena coscienza. Ma ovviamente a parte le spiegazioni scientifiche o pseudoscientifiche, negli stati intermedi, nel sonno e nel sogni accadono situazioni importanti, e come molti accadimenti umani, spesso la spiegazione è ben oltre la nostra comprensione.

Nel sogno si diviene telepatici, chiaroveggenti, si incontrano i morti e i vivi, si impara e si ricorda, non è solo la ricerca di una spiegazione o di significati che possano poi darci indicazioni è anche una parte attiva del processo di crescita interiore. In questo seminario sperimenteremo diverse tecniche per poter ricordare il sogno e per poter agire consapevolmente nel sogno. Sarà comunque un percorso dolce, fatto di sensazioni e di ricerca del benessere, non cercheremo incubi, ma bei sogni che possano anche curare la nostra anima.

Sperimenteremo stati di veglia e sonno, lavoreremo con leggeri sati di trance, ci abitueremo a muovere la nostra coscienza nel sogno. Le metodologie sono preparate e adatte alla nostra capacità attuale, con qualche strumento e un poco di allenamento impareremo i rudimenti del sogno lucido e potremo continuare in seguito a sperimentare.

ILLUSIONE E REALTÀ : L’ABITUDINE E LE RADICI DEL PESSIMISMO

Serata del Metodo Self con SAURO TRONCONI

lunedì 25 setembre 2017, dalle 20.30 alle 22.30

Illusione e realtà:
L’abitudine e le radici del pessimismo

Quando vediamo noi stessi solo riflessi nello specchio dell’abitudine, quando la paura in automatico inizia a proporre pensieri distruttivi e pessimisti, cala su di noi un velo di nebbia. Questo insieme automatico di tendenze ci conduce facilmente a prendere il senso della realtà. In questo modo le illusioni si agganciano ad una visione distorta di noi stessi.

Interrompere questi circuiti non è semplice, ma vederli già cambia gli equilibri interiori e ci offre la possibilità di modificare la nostra esistenza.

Centro Espande QuieOra Imola
Tel. 0542.683774